EYES IN COLOR

Amazzonia, meu amor
“Sono io, il rio che trova il mare./Rami, linfe mature, sono specchio/dune di sabbia, verde sulle spiagge./In foglie di acaça, luna carnosa/frutta spessa, musica di sapori/fluido nervoso, lunare, il flusso./I suoni di Rio Araguaia e Xingu,/laghi, pantani, isole alluvionate/saltando, pulsa, vene della terra”.
“Eyes in Color”,“Gli occhi nel colore”. Devo riconoscere che oggi, nelle tele di Franco Azzinari, resiste forte lo spirito dei versi che negli anni ho dedicato alla mia meravigliosa terra di Amazzonia.
“Non è la morte a uccidere / ma l’avidità degli uomini / che arrivano in un’immensa barca per saccheggiare la foresta”.
Nei ritratti che l’artista italiano dedica oggi alla mia Amazzonia, non ci sono solo i colori accesi della mia gente, i caratteri forti dei loro volti, la forza espressiva di un popolo eternamente in fuga e depredato, la bellezza dei paesaggi che hanno accompagnato la mia esistenza e la mia formazione culturale, ma ci sono soprattutto i bambini indios della mia terra, e che Azzinari racconta e rappresenta cogliendone i colori dentro ai loro occhi, che è quanto di più vero e di più reale si possa cogliere lungo le mille foreste verdi e lussureggianti della mia gente.
“I bambini guerrieri/ ciascuno incarna un mito/hanno cinture di paglia intrecciata/ornate di penne di arara/orecchini di Penne di arara/ collane di unghie di giaguaro/bracciali di conchiglie di fiume…”

Leggi tutto